aras edizioni
 
HOME CONTATTI REGISTRATI ACQUISTA
Autori
Mascellini Andrea 
Mascellini Andrea (1980), laureato in Scienze dei Beni Culturali presso l’Università degli Studi di Urbino “Carlo Bo”, partecipa come responsabile di settore a diversi scavi archeologici della provincia di Pesaro e Urbino e alle campagne di ricognizione nell’ambito del “Progetto Montefeltro”. Tra le sue collaborazioni più importanti ricordiamo quella con il Ce.A.M.: Centro di Ricerca di Archeologia Medievale Montecopiolo dov’è responsabile della sezione dedicata alla stesura di un atlante delle tecniche edilizie del Montefeltro. Dal 2013 è impiegato presso il Palazzo Ducale di Urbino.

Ha pubblicato Per un atlante murario del castello di Monte Copiolo. Le murature della Rocca in Il Castello di Monte Copiolo nel Montefeltro - Ricerche e scavi 2002-2005, Pesaro 2006; Analisi degli elevati, in Archeologia del paesaggio medievale nel territorio di Casteldelci, Montefeltro. Atlante dei siti medievali della vallata del torrente Senatello, Pesaro 2007 ed infine Il Progetto Montefeltro, notizie attività di ricerca anni accademici 2005-2006/2006-2007. nella collana di “Studi Montefeltrani” 2008. 
Matteoni Francesca 
Francesca Matteoni (Pistoia, 1975) ha conseguito il dottorato in Storia Moderna presso l’Università dell’Hertfordshire in Inghilterra, dove ha poi svolto attività di ricerca in storia e folklore della medicina, per un progetto finanziato dal Wellcome Trust. Si occupa principalmente di storia dei processi per stregoneria, folklore del soprannaturale, credenze relative al sangue e tradizioni riguardanti gli animali. Ha all’attivo varie pubblicazioni di poesia, mentre suoi scritti saggistico-narrativi sono apparsi su riviste cartacee e online. Gestisce uno spazio in rete dedicato alla fiaba: http://fiabesca.blogspot.com. 
 
Mattioli Virginia 
Virginia Mattioli è nata a Fano, dove ha vissuto fino al momento dell’iscrizione alla facoltà di Lingue e Letterature Straniere Moderne dell’Università di Bologna, città nella quale vive per i quattro anni successivi. Conseguita la laurea, si trasferisce a Barcellona, in Spagna, dove continua a dedicarsi allo studio alla facoltà di Filologia mentre viaggia e vive in diversi paesi e continenti. Ottenuta la seconda laurea decide di specializzarsi nella traduzione letteraria e culturale e si immatricola ad un dottorato di ricerca in Traduzione e Interpretazione presso l’università spagnola di Castellón de la Plana. Attualmente vive a Barcellona dove continua gli studi dottorali mentre lavora come traduttrice.  
Micheletti Ilaria 
Ilaria Micheletti è pedagogista e studiosa di letteratura per l’infanzia. Ha da poco pubblicato un saggio nel volume collettaneo Il sottosuolo e l’immaginario (a cura di J. Marten e I. Klaver) per Aras Edizioni e attualmente collabora con la rivista “Prospettiva EP”. È membro del comitato organizzativo della Festa Internazionale della Storia, promossa dal Centro Internazionale di Didattica della Storia e del Patrimonio dell’Università di Bologna. 
 
Miggioli Ge 
Ge Miggioli è un nuovo autore pesarese.
Pubblica alcune poesie nell’antologia Nuovi poeti europei edito da Latmag di Bolzano, successivamente dà alle stampe Piccolo decalogo (di sopravvivenza) per chi è stato appena abbandonato dalla morosa nonché la versione al femminile Piccolo decalogo (di sopravvivenza) per chi è stata appena abbandonata dal moroso editi entrambi da Es@ - Edizioni Studio Alf@. Sempre con Es@, pubblica una raccolta di poesie, Poesie per il brutto tempo (ma un arcobaleno c'è sempre). Durante una vacanza nel Parco Nazionale d'Abruzzo conosce gente e storie del posto, dicerie e leggende, fatti incontrovertibili e bugie da ubriachi e si diverte a collegare il tutto in una trama dalla quale sorgono poi tutti i presenti problemi... Quali? Quelli che lo costringono a nascondere il suo nome e la sua residenza e a pubblicare sotto pseudonimo il romanzo Le stagioni dell’eternità. 
Migliori Katia 
La sua esperienza formativa ha radici urbinati, dove ha fondato la cattedra di Retorica svolgendone la docenza per lungo tempo insieme all’insegnamento di Storia della Critica e Semiotica della Moda. La Scuola bolognese officinesca
ha di seguito affermato il suo percorso insieme a presenze essenziali nei propri studi come Pasolini, Scalia, Romanò, Roversi. Sul versante francese, l’incontro con Edmond Jabès, tra i più grandi poeti francesi, ne ha completato l'esperienza di studiosa e critica letteraria militante fuori dalle regole accademiche e convenzioni ufficiali.
Psicoterapeuta ad orientamento junghiano, il suo interesse è interamente dedicato, negli ultimi tempi, a favorire gli studi della ‘meglio gioventù’ attorno alla figura e all’opera del Poeta Mario Luzi.
Tra i numerosi interventi scritti e ‘ cure ‘ si citano “Officina “, “Lengua “, Jabès ,Le Dilettante, il Diario aperto chiuso di Carlo Bo.
 
 
Molisse Raffaele 
Università degli studi di Salerno. Per i tipi di Aras Edizioni ha curato l'edizione di "Appello ai meridionali" di Guido Dorso.  
Monari Marco 
Marco Monari, laureato in Scienze Ambientali presso l’Università degli Studi di Urbino “Carlo Bo”, lavora presso il Dipartimento di Sanità Pubblica dell’Azienda USL di Bologna. Fa parte del Gruppo di Lavoro Interaziendale per il Sistema di Gestione Ambientale della stessa AUSL ed è stato Responsabile scientifico di numerosi Corsi organizzati dal Dipartimento di Sanità Pubblica dal 2004 a oggi. Ha svolto attività di docenza presso varie strutture e pubblicato diversi articoli su Archibio. La rivista online del vivere sano e Dossier Ambiente & Salute. Ha relazionato al congresso La verità e il suo doppio. La gestione del rischio clinico nell’Azienda USL di Bologna (2010), al simposio internazionale sul paesaggio sonoro Keep an Ear on… (Firenze, 2011) e al convegno Eliminare l’impossibile? Il metodo d’indagine fra scienza e magia (Urbino, 2011). 
 
Montironi Maria Elisa 
Maria Elisa Montironi è dottore di ricerca in Studi interculturali europei (Università degli Studi di Urbino Carlo Bo). Si occupa di lingua e letteratura inglese, in particolare nell’ottica della teoria della ricezione e in una prospettiva interculturale. Ha pubblicato saggi sulla afterlife di Shakespeare, sulla ricezione dei classici e sui temi dell’interculturalità. Insegna Italian Culture nell’ambito del master “Insegnare italiano a stranieri: scuola, università, impresa” e nell’ambito del corso di perfezionamento “Lingua e cultura italiana nell’economia globale / Italian Language and Culture for the Global Economy”, in collaborazione con la Villanova University School of Business (USA). 
Morello Maria 
Maria Morello è assegnista di ricerca presso la Facoltà di Giurisprudenza dell'Università di Urbino "Carlo Bo". Già dottore di ricerca in "Libertà fondamentali e formazioni sociali" presso la stessa Università, per il settore scientifico-disciplinare IUS/19 Storia del diritto medievale e moderno, si è occupata sia di tematiche relative alla situazione femminile in età storica che di evoluzione della normativa psichiatrica, indubbiamente essenziale per un'adeguata comprensione del percorso dottrinario e legislativo che ha innovato il settore. Tra le sue pubblicazioni: Il decorso della follia: la legge Giolitti del 14 febbraio 1904, n. 36 e i suoi precedenti storici, in Diritto romano attuale. Storia, metodo, cultura nella scienza giuridica, 19/giugno 2008, pp. 83-127, e le monografie: Il Bambino negato. Costruzione sociale della devianza, Figure del sapere, (coautori Paola Donadi e Angelo Catricalà), Collana diretta da Loredano Matteo Lorenzetti, Milano 2011; Donna, moglie e madre prolifica. L’Onmi in cinquant’anni di storia italiana, Soveria Mannelli 2010. 
 
  1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | 11 | <12> | 13 | 14 | 15 | 16 | 17 | 18 | 19 |
tutti i diritti riservati © Aras Edizioni srl - Via Einaudi, 6/A - 61032 Fano (PU)
c.f./p.i. 02436870410 - Registro Imprese di Pesaro-Urbino n. 02436870410 - R.E.A. n. 181530