aras edizioni
 
HOME CONTATTI REGISTRATI ACQUISTA
Autori
Brancati Corrado  
Corrado Brancati: nato ad Urbino il 6 giugno 1976 si è laureato con votazione di 110/110 e dichiarazione di lode alla facoltà di Giurisprudenza di Urbino il 22 marzo 2000, con una tesi dal titolo "Missio in possessionem: dalla pluralità dei casi all'unitarietà del fenomeno". Dal 2001 è titolare di un assegno di ricerca in diritto romano presso la facoltà di Giurisprudenza di Urbino. Ha pubblicato due articoli: Il carattere temporaneo della missio in possessionem e L'insegnamento, responsabilità per infortunio e rapporto contrattuale, in "Studi Urbinati", rispettivamente del 2000/01 e del 2002/03. Attualmente si occupa dell'approfondimento dei rapporti tra missio in possessionem e possesso. 
Brandi Cordasco Salmena Giovanni 
Giovanni Brandi Cordasco Salmena di SAN QUIRICO è allievo di ANNA MARIA GIOMARO con cui si è laureato summa cum laude nel 1994 (Problematiche garantistiche in rapporto alle procedure fallimentari romane classiche: origini, funzioni e riti della bonorum venditio). Assegnista, Dottore di ricerca e Docente di Magna Grecia e di Diritto romano ellenistico, afferisce al Dipartimento di Scienze Giuridiche "Collegio dei dottori 1506" dell’Università di Urbino “Carlo Bo”. Colloca i suoi studi nella tradizione del suo Maestro, volta, per la gran parte, alla ricerca del significato storico e sociale del diritto nella sua continua aderenza alla realtà quotidiana ed alla prassi (Il patto di riscatto nel diritto romano in Studi Urbinati 49 (2001); Sibari e gli alleati. L'egemonia di Timpone della Motta nel trattato di Olimpia con i Serdàioi, Lauropoli (2012); Le ξυμμαχίαι egemoniali come modello di relazione diplomatica, in Calabria Letteraria (2012), cui associa una basilare attenzione verso il sistema processuale romano (Critica ed anacratica di Gv. 18. 31 b. I poteri del Gran Sinedrio ai tempi della Procuratoria romana in Giudea in Studi Urbinati 58.2 (2007); Le inquietudini del Getsemani. Patologie del potere ed aporie funzionali nei processi romani contro i primi cristiani, I, Bari 2010; II, Bari 2012; De quadam sepoltura: la deposizione di Gesù nel sepolcro tra diritto e privilegio, in Vivarium (2010); La persistenza degli aspetti romani dell’accusatio patri vel mariti nella disciplina dell’adulterio. Carini riapre l’amaru casu di la barunissa in Calabria Letteraria (2010), anche nell’aspetto peculiare dell’esecuzione fallimentare classica (La Lex Iulia de bonis cedendis e le ipotesi alternative alla bonorum venditio, in corso di stampa). Ed ancora verso il processo muovono le sue riflessioni sulla nossalità romana quale caratteristica propria delle azioni penali, maturate, nel celebre corso di dottorato sulle obbligazioni tenuto dall’Università Magna Graecia di Catanzaro (Struttura e funzioni dell'abbandono nossale. La condanna: problemi ed ipotesi tra sanzioni di autentica e falsa nossalità) e nelle attività delle Università di Amburgo, Münster e del Leopold Wenger Institut für Rechtsgeschichte di Monaco. Né gli risulta estranea una vivace curiosità per le diverse espressioni del vivere civile nel mondo antico (Enotri e greci sul Timpone della Motta tra marginalità ed integrazione. Continuità storica ed evoluzione degli istituti giuridici, in Magna Grecia (2001); Fortuna e miserie dei Sanseverino di Bisignano in Atti del IV Convegno dell’Accademia della Motta, I, Roma, 2006 (vincitore del Premio Troccoli Magna Grecia 2006); II, Roma, 2006; III, Lauropoli 2012). 
 
Buffi Leonardo 
Leonardo Buffi, professore oggi in pensione, è nato e vive a Urbino. Dopo la laurea in Farmacia conseguita presso l’Università degli Studi di Urbino si appassiona al mondo della pittura e dal 1986 si occupa di diagnostica delle opere d’arte. Nel 1991 collabora per la stesura del catalogo della mostra di Cola Dell’Amatrice (Ascoli Piceno). Dal 1991 al 1993 collabora con l’istituto di Botanica dell’Università degli Studi di Urbino, occupandosi di ricerche e pubblicazioni su inquinamento atmosferico e potenziali depuratori biologici di inquinamento industriale delle acque. I suoi articoli sono stati pubblicati su «il Messaggero», «il Resto del Carlino» e su altri giornali locali. Ha insegnato chimica e diagnostica delle opere d’arte in vari corsi indetti con il contributo della Comunità Europea. Ha pubblicato il saggio Autenticità dei dipinti su tavola e tela, Edimond, Città di Castello, 2008 e la raccolta di poesie Protiro, Edimond, Città di Castello, 2010.  
Calanchi Alessandra 
Alessandra Calanchi è professore associato di Lingue e Letterature Angloamericane (L-lin 11) presso l’Università di Urbino “Carlo Bo”, dove insegna Letteratura Angloamericana e Cultura Angloamericana. Si occupa prevalentemente di letteratura ebraico-americana, di male studies e di crime fiction. È co-fondatrice di “Urbinoir”, un gruppo di studio, riflessione, e organizzazione di iniziative nell’ambito del noir, con sede a Urbino presso il Dipartimento di Studi Internazionali.È autrice di "Vicini lontani. Solitudine e comunicazione nel romanzo americano" (Ravenna 1990), "Quattro studi in rosso. I confini del privato maschile nella narrativa vittoriana" (Cesena 1997),
"Dismissing the Body. Strange Cases of Fictional Invisibility" (1999) e "Oltre il Sogno. La poetica della responsabilità in Delmore Schwartz" (2008). Ha
curato con Maurizio Ascari "Stanze segrete" (Firenze 1998) e con Gabriella Morisco "Le Corti e la Città Ideale/Courts and the Ideal City" (Fasano 2004). Ha curato inoltre la raccolta di racconti di Arthur Conan Doyle "221B
Baker Street. Sei ritratti di Sherlock Holmes" (Venezia 2001), tradotto la prima edizione italiana annotata de "La maledizione dei Baskerville" (a cura di Philip Weller, 2003) e curato la raccolta di saggi "American Sherlockitis. Ovvero, come Sherlock Holmes conquistò il Nuovo Mondo" (Milano 2005). È collaboratrice di Cinemasessanta dal 1984. Attualmente sta svolgendo ricerca nell’ambito dei soundscapes studies. 
 
Calandra Katia 
Katia Calandra, laureata in Lingue e Letterature Straniere presso l’università di Urbino “Carlo Bo”, è appassionata di giardinaggio e ortocoltura, adora la natura e gli animali e ama l’avventura. Nel 2007 vince il concorso letterario Indianetto “Qui Calabria”, partecipa poi al Premio letterario Internazionale “Il Molinello” e alcune delle sue opere vengono pubblicate nella raccolta Voci dell’anima (Edizioni il Leccio). Nel 2015 pubblica il suo primo romanzo La vita fra i capelli (Altromondo Editore). 
Califano Licia 
Licia Califano è professore ordinario di Diritto costituzionale nelle Facoltà di Giurisprudenza delle Università di Bologna e Urbino. 
 
Calzini Augusto 
Augusto Calzini (Urbino, 2014) già docente di Analisi chimica e Chimica-fisica presso l’Istituto Tecnico Industriale “E. Mattei” di Urbino e già docente di Tecnologia dei materiali tessili presso il Corso triennale di laurea di Design e discipline della moda dell’Università degli Studi di Urbino "Carlo Bo", ha pubblicato tra l’altro: L’avventura del denim, Il Lavoro Editoriale, Iesi, 1991; I fattori di cambiamento del tessile e abbigliamento, Quattroventi, Urbino, 1992; Il tessile tra il Burano e il Metauro, Grafica Vadese, S. Angelo in Vado, 1995; La valle dei jeans, Grafica Vadese, S. Angelo in Vado, 1995; Profilo di "Augusto Carotti" per la Sezione Imprenditori della Enciclopedia Treccani 2003; Tecnologia dei materiali tessili, Quattroventi, Urbino, 2006; Scenari, strategie e sviluppo del Made in Italy, Argalia Editore, 2006; Eros Donnini, il principe del bulino, Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato, Roma, 2009; La fabbrica dei coltelli, Argalia Editore, Urbino, 2012; L’industria delle stringhe e delle passamanerie in Urbino dal 1925, Grafica Vadese, Sant’Angelo in Vado, 2013, P.I.V.U.- Permanente Italiana Valentini Urbino, G.A.M.-P.I.V.U., Grafica Vadese, Sant’Angelo in Vado, 2013; Il tessuto e la moda - Conoscere per scegliere, Aras Edizioni, Fano, 2013.  
Capuccini Loretta  
Loretta Capuccini, laurea specialistica presso la facoltà di Scienze Motorie in Didattica dell’attività motoria adattata e dottorato di ricerca in Biologia presso l’Università di Camerino con una tesi in Effetti dell’esercizio fisico moderato e della somministrazione di coenzima Q10 in soggetti cardiopatici e con disfunzione endoteliale. Councelor professionale, già docente di Scienze Motorie presso la scuola secondaria superiore I.I.S. Vanvitelli-Stracca-Angelini di Ancona e formatrice universitaria presso l’Università degli Studi di Urbino "Carlo Bo" e precedentemente dell’Università di Macerata. Ha pubblicato in riviste di ambito psicologico e scientifico. 
 
Carfagno Danilo  
Danilo Carfagno è nato ad Ancona il 25/04/1965. Si è Laureato in Scienza Politiche presso l'Università di Padova con tesi Diritto Amministrativo. È vincitore di borsa di studio per merito accademico presso la stessa Università. È Laureando in Economia e Management presso l’Università di Pescara. Dal 1994 è Funzionario dello Stato presso Ministero della Giustizia. 
Catenacci Beatrice  
Beatrice Catenacci, laureata in Lingue e Letterature Straniere e Tecniche Grafologiche all’Università degli Studi di Urbino “Carlo Bo”, è giornalista e consulente grafologo; dal 2009 è docente a contratto al Master di Grafologia Peritale di Urbino. 
 
  1 | 2 | 3 | <4> | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 | 16 | 17 | 18 | 19 |
tutti i diritti riservati © Aras Edizioni srl - Via Einaudi, 6/A - 61032 Fano (PU)
c.f./p.i. 02436870410 - Registro Imprese di Pesaro-Urbino n. 02436870410 - R.E.A. n. 181530